280/340gr

Il perfetto tessuto per il blazer estivo.

HOPSACK

Che cos’è l’Hopsack?

L’Hopsack è un tessuto leggero dalla maglia molto larga, e per questa caratteristica viene utilizzato tipicamente nel periodo estivo per la confezione di blazer leggeri e morbidi solitamente sfoderati.

Perchè si chiama Hopsack?

L’origine di questo tessuto è da ricercarsi in inghilterra nel tardo XIX secolo, quando il suo antenato più grezzo veniva utilizzato per confezionare i sacchi dove veniva trasportato il luppolo. In inglese quindi Hop - Sack,

sack for hops, sacco per il luppolo appunto. Curioso come nonostante l’origine inglese del nome italiano, questo tessuto in Inghilterra sia riconosciuto con il nome di Mockleno di derivazione molto più tecnica: è una variante della tecnica di Leno waving usata per comporre la particolare trama di questo tessuto.

Quali sono le sue caratteristiche?

Questa stoffa è una variante della classica armatura a tela dove i fili di ordito e trama formano uno schema a scacchi. Avendo una tramatura molto larga il suo aspetto si avvicina a quello della maglieria: questa caratteristica lo rende particolarmente traspirante, e grazie al fatto d’essere composto di sola lana, risulta particolarmente resistente alle pieghe.

Cosa confezionare con l’Hopsack?

La sua freschezza lo rende perfetto per capi estivi, purtroppo la sua sensibilità alla sfregatura ed allo strappo lo rende poco adatto alla confezione di pantaloni: sarebbero infatti molto deboli e fragili nella parte interna della gamba. Proprio per questo motivo, oltre al suo aspetto leggermente più grezzo di un frescolana, è perfetto per la confezione della versione estiva del classico blazer blu, o comunque di giacche sfoderate casual da giorno

Quando indossarlo?

Mono o doppiopetto il risultato sarà un capo versatile, ottimo per gli spezzati e gli ambienti informali o semi formali. La sua caratteristica principale antipiega rende il tessuto perfetto per una giacca sfoderata da viaggio leggera che può sopportare facilmente lo stress di essere piegata, accartocciata o arrotolata in valigia. Le varianti colorate sono particolarmente armoniose per creare spezzati estivi grazie al suo aspetto leggermente “melange” che smorza leggermente i toni anche dei colori più accesi

Tonalità consigliate

Blu navy per il classico blazer doppiopetto dai bottoni dorati; mattone per un bel monopetto estivo da abbinare ad un pantalone crema; viola, rosa, verde per gli armadi più forniti che possono osare di andare oltre i classici. Esistono anche fantasie create con questa trama, i più comuni sono i finestrati, di gradevole aspetto per creare spezzati da galleria d’arte alla Philippe Daverio.

Scritto da Francesco Mocchia di Coggiola

Aprile 2020